[28 dicembre, 20.00] Su Cuncordu de Cuglieri Concerto “Mater Divini Infantis” alla Chiesa di Nostra Signora del Carmelo

Concerto “Mater Divini Infantis”
Chiesa di Nostra Signora del Carmelo ore 20.00

L’Associazione Coro Folclore Cuglieri “Su Cuncordu” nasce nel 1984. Nel corso degli anni ha riscosso sempre più consensi di critica e di pubblico a livello internazionale.
Nel campo della ricerca e recupero del canto di tradizione orale, ha collaborato con il compianto Prof. Pietro Sassu e con il regista Renato Morelli. Nel campo concertistico ha collaborato con i musicisti Enzo Favata e Francesco Saiu e con l’attore Gianluca Medas. Su Cuncordu ha collezionato diverse incisioni la prima delle quali risale al 1985 sino ad arrivare alla pubblicazione del CD–Rom e sito Web “ SENAFER – Canti di Passione ”.
Celebra i 20 anni di attività pubblicando nel 2004 il CD “ Cantu ’e Flora – Donna e Madonna nella tradizione popolare cuglieritana”. Nel 2006 l’Associazione si occupa della ricostruzione dell’antica maschera di Cuglieri, “ Sos Cotzulados ” grazie al ritrovamento di un testo risalente al 1773 del frate gesuita Bonaventura Licheri, l’autore, sembrerebbe, della famosa Deus ti salvet Maria.
L’ultimo lavoro, marzo 2008, riquarda la pubblicazione del CD e Audiolibro “ Te Deum laudamus ”, secondo volume della collana “Cantores” canti sacri di tradizione orale diretta da Martino Corimbi e prodotta da Franco Madau. Te Dem laudamus non è solo CD, è anche libro. Un libro per raccontare un po’ la storia del canto a cuncordu a Cuglieri, la storia de Su Cuncordu de Cuglieri, la storia di Cuglieri descritta in modo suggestivo e coinvolgente dalla prof.ssa Piera Perria, che ha accettato di collaborare a questo lavoro con entusiasmo e passione, da vera cuglieritana. (Tonio Idda e Gianni Desogos – Audiolibro “Te Deum laudamus”, Ed.Frorias 2008)

” Da circa 20 anni conosco e frequento i cori della tradizione polifonica di Cuglieri ed ogni volta che ritorno per la settimana santa, rimango sempre stupito della grande forza e perfezione del loro canto, assimilabile alle migliori espressioni della polivocalità nel mondo ”
(Enzo Favata)

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *